Lanciano e Vasto: I Sindaci delle due città affermano: "Sonora bocciatura per il bilancio ASL 2"

2' di lettura 18/06/2020 - "Dopo la questione scandalosa dei tamponi e le tante negligenze su cui il nostro Consiglio Comunale è soffermato votando una mozione chiara nei confronti di Asl e Regione sugli investimenti infrastrutturali e sulle azioni di questi mesi - commenta il Sindaco di Lanciano Mario Pupillo

- Mi sono trovato ad essere accusato di fare poco sulla colletta che la Asl ha richiesto per acquistare la nuova Tac a Lanciano. Metodo che in "regioni civili", ha detto proprio così il dg Schael in videoconferenza, sarebbe una consuetudine. Stiamo scherzando?

In pratica l'Abruzzo non sarebbe una regione civile se non fa collette per acquistare macchinari destinati alla sanità pubblica? Dopo i milioni di euro utilizzati per ospedali e strutture solo per Lanciano occorrono collette? É irricevibile una proposta simile da un manager di una Asl, che non è un'associazione di filantropia ma un'azienda pubblica chiamata a gestire la sanità.

La carenza di anestesisti, di altri specialisti e infermieri, la sottrazione della direzione sanitaria, la vetustà di apparecchiatura e difetti strutturali non corretti fanno capire che il bilancio della gestione dello scorso anno è fallimentare non solo per Lanciano ma per tutta l'azienda: lo dimostrano i dati di tutti gli ospedali, la riduzione delle sedute operatorie, la fuga delle eccellenze, la mobilità passiva la sofferenza degli operatori sanitari costretti a turni insostenibili che ringrazio.

Inoltre la vicenda dei tamponi è la conferma di una gestione pressapochista e incompetente.

Anche l'aggiudicazione dell'intervento sul reparto di Ginecologia e Ostetricia del Renzetti, grazie ai fondi destinati dalla Giunta regionale di centrosinistra, tanto strombazzata dal dg Schael, è restata per troppe settimane sul suo tavolo prima di essere finalmente avviata. Il bilancio e l'approccio della Asl è davvero deludente su Lanciano e rispetto a selfie, comunicati, collette e sottrazioni, questa Asl troverà sempre un nostro voto negativo".

Anche il Sindaco di Vasto ha espresso parere negativo al bilancio d'esercizio della Asl 2. "E' stato un bilancio senza un minimo di investimenti per l'Ospedale di Vasto - dichiara il Sindaco Francesco Menna - ci sono stati due cedimenti del solaio che hanno costretto la chiusura di Chirurgia, il trasferimento del Punto nascita e l'accorpamento di Geriatria con perdita di posti letto e l'assessore regionale Verì non si è degnata di venire a Vasto.

La Dialisi è in sofferenza cronica e si paventa la privatizzazione. Non un euro di investimento per il territorio, non un euro per l'Ospedale , non un euro per Vasto".


da Mario Pupillo e Francesco Menna
Sindaco di Lanciano e Sindaco di Vasto





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 18-06-2020 alle 10:53 sul giornale del 19 giugno 2020 - 184 letture

In questo articolo si parla di politica, redazione, vasto, Lanciano, comunicato stampa, Mario Pupillo, Francesco Menna

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bojs