L'Alexian Group di Santino Spinelli e l'Orchestra Europea per la Pace inaugurano con un concerto sinfonico, il 2 agosto, il più grande museo al mondo sul Samudaripen di Rom e Sinti in Croazia.

3' di lettura 29/07/2020 - Un ponte di pace, musica e fratellanza tra Lanciano e Zagabria nel segno della memoria del Samudaripen, il genocidio di rom e sinti perpetrato dai nazifascisti in Europa durante la seconda guerra mondiale.

Sarà l'Alexian Group del lancianese Santino Spinelli con l'Orchestra Europea per la Pace ad inaugurare con due concerti in Croazia il 2 agosto il grande museo dedicato al Samudaripen, importante presidio di memoria e conoscenza di uno dei passaggi più scuri e sconosciuti della storia delle persecuzioni naziste ai danni dei popoli rom e sinti, su invito dell'associazione croata Kali Sara e del parlamentare croato Veljko Kajtazi. Il 2 agosto, Giornata Mondiale del Samudaripen (genocidio dei rom e sinti), si terranno due concerti in Croazia: uno ad Uśtica, nei pressi di Jasenovac, dove furono uccisi circa 30 mila rom durante il periodo nazi-fascista e dove sorgerà il "Romski Memorijalni Centar" e un altro la sera nella capitale Zagabria con la partecipazione delle più alte cariche istituzionali europee, croate e della stampa internazionale.
L'Orchestra Europea per la Pace è stata fondata da Santino Spinelli ed esegue musica romanì europea etnosinfonica con partiture originali in lingua romanì.
L'Orchestra vanta numerosi concerti in luoghi ed eventi prestigiosi in Italia e all'estero: Palazzo del Consiglio d'Europa a Strasburgo, a Bruxelles per il Consiglio d'Europa, a Kosice in Slovacchia, a Palazzo Chigi-Presidenza del Consiglio dei Ministri, al Teatro Argentina di Roma, al Museo Maxxi di Roma, all'Aula Magna dell'Università la Sapienza in occasione del 60° anniversario dei Trattati di Roma Teatro Lirico di Cagliari, Auditorium del Conservatorio di Cagliari e in tantissimi altri luoghi ed eventi straordinari.
L'evento è stato presentato nel corso di una videoconferenza con il parlamentare croato Veljko Kajtazi che si è tenuta nella sala consiliare "Falcone e Borsellino" di Lanciano alla presenza del sindaco Mario Pupillo, del musicista Santino Spinelli, del vicepresidente della Di Fonzo Viaggi, Marco Di Fonzo e del presidente del Consorzio Nova di Trani, Giampiero Losapio, entrambi partner dell'iniziativa. Sarà possibile seguire i concerti in diretta streaming sul canale 4 della televisione pubblica croata all'indirizzo www.hrti.hr .
"Siamo orgogliosi di essere parte di questo importante evento che segna un altro passo verso la conoscenza di una delle pagine più tristi ed ignorate della storia del 900. Questo museo realizzato in Croazia grazie alla determinazione del parlamentare Veljko Kajtazi che il nostro concittadino Santino Spinelli avrà l'onore di inaugurare con la sua musica di pace e fratellanza, colmerà un'altra grave lacuna nella conoscenza dei fatti che riguardano la persecuzione perpetrata nei confronti del popolo rom e sinti da parte del nazifascismo.
Lanciano fa la sua parte su questo punto e vuole continuare a farla: come noto qui sorge il monumento al Samudaripen nel Parco delle Memorie, seconda città in Europa dopo Berlino, eretto grazie alla generosità di tante associazioni e alla straordinaria determinazione del nostro concittadino Santino Spinelli, musicista e artista internazionale che porta in alto il nome di Lanciano in Italia e in Europa a difesa dei diritti umani, non solo del popolo rom di cui è ambasciatore nel mondo.
Solo con la conoscenza, la cultura, la musica si costruisce la pace in Europa e nel mondo: è questo il mio augurio e il mio messaggio per questo evento importante in cui Lanciano e l'Abruzzo saranno rappresentate dal nostro concittadino Spinelli", dichiara il Sindaco Mario Pupillo.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 29-07-2020 alle 15:13 sul giornale del 30 luglio 2020 - 182 letture

In questo articolo si parla di politica, Lanciano, Comune di Lanciano, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/brV2